La Val di Fassa è uno dei comprensori più completi e rinomati delle Dolomiti, il paradiso per gli appassionati dello sci e dello snowboard.

7 comprensori diversi su cui sciare
Un centro benessere dove rilassarsi
Il panorama del Latemar

Le vacanze non sono ancora finite, manca ancora l’Epifania. Allora metti gli scarponi e gli sci e parti per un’avventura tinta di bianco neve. La Val di Fassa è uno dei comprensori più completi e rinomati delle Dolomiti con 7 differenti poli sciistici, collegati tra loro sci a piedi o tramite servizi skibus, insomma il sogno di tutti gli sciatori. Dalle discese sulle piste da sci più esaltanti allo slalom piacevole e rilassante di chi invece percorre le vie di antichi borghi di alta montagna. Solo qui si possono ammirare le vere “cattedrali di roccia”: il Catinaccio, il Gruppo del Sella, il Sassolungo e la Marmolada. Mitici giganti di bianca dolomia che al tramonto, come per magia, si tingono di rosa, dando vita a leggende popolate da re, gnomi e fate.

Sistemazione: Hotel Miravalle*** – Soraga (TN), a gestione familiare, offre i presupposti per una vacanza all’insegna del rilassamento e del divertimento. Si trova in una zona particolarmente tranquilla e soleggiata, a pochi passi dal centro di Soraga e di Moena, con un bellissimo parco fluviale nelle vicinanze. La cucina, particolarmente curata e genuina, offre piatti nazionali e tipici della cultura ladina. Possiede una zona relax con sauna e bagno turco. Le camere tutte con bagno, cassetta di sicurezza, TV sat, radio, phon, telefono, wi-fi e terrazzo.

Scopri l’hotel ->

Webcam: Col Rodella
Quota individuale: € 540 + € 10 di quota associativa.
Supplemento singola: € 150.
Comprende: sistemazione in camere doppie/triple, trattamento di mezza pensione, cena Epifanica, accompagnatore, ingresso per tutta la durata del soggiorno nella zona relax dell’albergo con sauna, bagno turco, wi-fi e assicurazione.
Non comprende: viaggio, bevande, skipass e quanto non indicato alla voce “Comprende”.
Tassa di soggiorno turistica: € 1 per persona a notte, da saldare in loco.
Skipass: 4 giorni di Dolomiti Superski € 221. Chi non lo include nella quota, dovrà acquistarlo in loco autonomamente e presentarsi al ritrovo con già lo skipass valido per la giornata.
Tour Leader: uno del team di Dama Bianca.
Vacanza adatta anche a: vegetariani.
Nota bene: spostamenti da e per le piste con skibus, la fermata è proprio davanti all’hotel.
Livello richiesto: il gruppo scierà per gran parte della giornata su piste di qualsiasi difficoltà (anche sulle nere) e si rientrerà alla chiusura degli impianti.
Non ci importa lo stile, ma è consigliato un po’ di allenamento.
Organizzazione tecnica: JONAS by CIRCOLO VIAGGI – Corso Padova 145 – 36100 Vicenza – Autorizzazione amministrativa Provincia di Vicenza n° 507 del 11-03-2003.

Programma

1

1 gennaio

dal pomeriggio arrivo in ordine sparso in hotel e sistemazione nelle proprie camere. Prima di cena ci concediamo un po’ di riposo rigenerante nel centro benessere dell’albergo. Incontro con l’accompagnatore e cena, particolarmente curata e genuina con piatti nazionali e tipici della cultura ladina; piccolo briefing sulla vacanza che ci attende e pernottamento.
2

2 gennaio

colazione col ricco buffet mattutino. Prendendo lo ski-bus raggiungiamo Passo San Pellegrino, partenza dalla prima seggiovia del Campigol per sciare tra il S. Pellegrino e Falcade: Ski-tour delle Emozioni. Piste fantastiche e punti panoramici mozzafiato con vista sulle Pale di S. Martino, S. Lucano, il Focobon, la cresta sud della Marmolada e Cima Uomo con la sua pista davvero molto tecnica. Il clou della giornata saranno le due discese del Col Margherita. Dopo le fatiche sciistiche della giornata, un po’ di meritato riposo nel centro benessere. Dopo cena per chi lo desidera sci in notturna sulla pista Aloch, 2 km di vera adrenalina, aperta dalle 20.30 alle 23. Da non perdere!
3

3 gennaio

dopo una buona colazione prendiamo lo ski-bus per gli impianti di Moena – Alpe Lusia. Circondata da una splendida cornice naturale, un paesaggio davvero unico dominato dalle cime innevate delle Pale di San Martino e dalla selvaggia Catena del Lagorai, il comprensorio è dotato di moderni impianti di risalita con piste che possono soddisfare le esigenze di ogni sciatore. Con la nuovissima telecabina in pochi minuti si arriva allo Chalet Valbona, in splendida posizione panoramica, da qui è facile raggiungere Le Cune, eccezionale punto panoramico sul Gruppo del Latemar, il Catinaccio, la Marmolada, le Pale di S. Martino e la Catena del Lagorai. Scendiamo sulle soleggiate piste del versante di Bellamonte, fantastiche discese su pendii davvero alla portata di tutti! Prima di un panino facciamo due curve verso Laste’, il punto più alto di oggi a mt 2.500. Dopo la sosta in uno degli assolati Rifugi in zona Castelir, si rientra verso Ronchi per sciare sul versante di Valbona su piste lunghe e tecniche. Ultima facile discesa verso il cuore di Moena e nel pomeriggio ski-bus di rientro. Ci vediamo al centro benessere per rilassarci un po’. Cena, poi facciamo due passi digestivi.
4

4 gennaio

una buona colazione è il preludio di una bianca giornata di sci! Con lo ski-bus arriviamo a Pozza di Fassa alla partenza della Cabinovia del Buffaure. Siamo presto in quota: dietro di noi le torri del Vajolet e all’orizzonte intravvediamo la Marmolada, siamo in paradiso? Ha inizio lo Ski-tour Panorama mentre noi scivoliamo leggeri sul Sella del Brunech fino alla pista top del Ciampac. Arrivati ad Alba, con la nuova Funifor in pochi minuti siamo sul Belvedere, ma se prima eravamo in paradiso, ora dove siamo? Senza parole…ci tuffiamo con gli sci su tutte le piste più belle della Val di Fassa. Nel pomeriggio rientriamo su Canazei e con lo ski-bus si torna all’albergo. Dopo cena ci aspettano i locali di Moena, non si può dire di no!
5

5 gennaio

dopo colazione con lo skibus o le nostre auto, raggiungiamo la cabinovia di Predazzo che ci porterà sul comprensorio del Latemar. Potremo così spaziare su oltre 100 km di piste, tra le località di Pampeago e Obereggen, sopra di noi le splendide guglie del gruppo dolomitico del Latemar 2.846 mt, sotto di noi l’incantevole Val di Fiemme. Arrivati con gli impianti al Passo Feudo si resta in quota fino a raggiungere Obereggen, piste rosse e blu, dove potremo sciare baciati dal sole. Sosta pranzo al Rifugio Caserina, famosa per la sua polenta e capriolo. Ultime sciate pomeridiane sui tracciati più tecnici di Pampeago. Cena epifanica, arriva la Befana!
6

6 gennaio

dopo colazione, facciamo check-out, la nostra vacanza è giunta al termine. Buon rientro.
Come arrivare Auto: da Verona-Trento, uscita Egna/Ora (autostrada del Brennero A22). Seguire indicazioni per Cavalese/Predazzo. Giungere e oltrepassare Predazzo e proseguire in direzione Moena/Soraga. Tempo di percorrenza, 50 minuti circa. Per parcheggiare c’è un garage coperto per moto e bici con compressore e zona lavaggio.

Treno: ino Bolzano, poi autobus linee SAD destinazione Val di Fassa. Scendere fermata Hotel Dolomiti a San Giovanni di Vigo di Fassa e chiamare in hotel per farsi venire a prendere.

Aereo: aeroporti di riferimento Venezia o Verona, poi come sopra.

Da sapere Abbigliamento invernale e sciistico/sportivo, occhiali da sole per alta quota, creme e lipstick ad alta protezione e uno zainetto per il cambio, acqua e cibo.
APP per smartphone su www.dolomitisuperski.com

Importante: il programma degli skitour potrà subire variazioni o integrazioni in base alle condizioni della neve, al meteo e su indicazione da parte del tour leader.

 

Recensioni Tour

4.00 basato su 1 recensione
3 dicembre 2017

Bellissimi momenti

4 dicembre 2017

Ciao Grazia, ti aspettiamo…

Lascia un commento


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.damabianca.com/home/wp-content/plugins/yikes-inc-easy-mailchimp-extender/public/classes/checkbox-integrations.php on line 121
Rating