Un fine settimana lungo sugli sci sulle Dolomiti per dedicarsi agli skitour più belli del comprensorio: dal Civetta alla Marmolada, da Arabba Porta Vescovo alla Gran Risa.

La prima neve dell’inverno
Il ghiacciaio della Marmolada
Lo skitour 5 Torri

Si alza il sipario invernale sulle Dolomiti, con il primo weekend lungo della stagione sciistica: neve e tanto divertimento! Dopo la pausa estiva, il calendario ci riserva subito la possibilità di concederci quattro giorni al prezzo di tre per rompere il ghiaccio! Il panorama è da brividi: Civetta, Pelmo, Marmolada e Sella saranno sempre al nostro orizzonte. Tantissime piste per tutti i gusti. Leggete bene le avvertenze, però, c’è una controindicazione: questo paradiso innevato, crea dipendenza, se inizi non smetti più! Ciak… si scia!

Sistemazione: Hotel Rosalpina***, località Bosco Verde, ai piedi della Marmolada, in camere doppie/triple con bagno, cassaforte, TV e terrazzo. Tipico hotel 3 stelle ai piedi della Marmolada. Dispone di wi-fi, stube, centro benessere con sauna, idromassaggio, bagno turco e pioggia tropicale, parcheggio auto. La cucina, tipica bellunese, offre colazioni a buffet dolce e salato, cene con menù a più scelte e buffet di verdure, inoltre grigliate di carne con polenta, funghi e formaggio preparate direttamente nel camino della stube.

La struttura è allineata alle ultime direttive del DPCM e dei protocolli di settore secondo le direttive regionali.

Scopri l’hotel ->

Webcam: Portavescovo – Marmolada
Quota individuale: € 330 + € 10 di tessera associativa.
Supplemento singola: € 100
Comprende: sistemazione in camere doppie/triple, trattamento di mezza pensione con acqua al tavolo, accompagnatore e skitour guidati, wi-fi e assicurazione sanitaria e bagaglio.
Non comprende: viaggio, transfer per le piste, skipass € 147, bevande e quanto non specificato alla voce “Comprende”.
Tassa di soggiorno turistica: € 1 per persona a notte, da saldare in loco.
Skipass 4:3: € 147
Tour Leader: Andrea e/o Laura
Vacanza adatta anche a: vegetariani. La cucina non ha la possibilità di garantire un menù vario per vegani, celiaci e per chi ha particolari intolleranze alimentari, si richiede di contattare direttamente l’hotel per capire come organizzarsi.
Nota bene: spostamenti per le piste con gruppi auto.
Livello richiesto:  è necessario avere una buona capacità tecnica e una buona resistenza perché si scia gran parte della giornata, non importa lo stile. Ogni giorno si scia su piste di qualsiasi difficoltà e si rientra il tardo pomeriggio o come descritto sul programma.
Organizzazione tecnica: JONAS by CIRCOLO VIAGGI – Corso Padova 145 – 36100 Vicenza – Autorizzazione amministrativa Provincia di Vicenza n° 507 del 11-03-2003.

Programma

1

4 dicembre

nel pomeriggio arrivo in ordine sparso e sistemazione in hotel. Incontro con l’accompagnatore, cena ed illustrazione del programma. La serata, per chi vuole, prosegue con la degustazione delle ottime grappe di Dario!
2

5 dicembre

dopo una ricca colazione con le auto si scende alla cabinovia di Alleghe per sciare nel comprensorio dello Ski-Civetta. Ottanta Km di piste all’ombra del Monte Pelmo (3.168 mt) e del Monte Civetta (3.220 mt), due delle più belle vette dolomitiche. Da Alleghe a Selva di Cadore, passando per il Pescul, fino a Zoldo, dove spicca la pista Foppe e rientro da Palafavera, fino alla panoramica di 8 km che ci riporterà al punto di partenza. Rientro in hotel nel pomeriggio. Cena e serata in compagnia.
3

6 dicembre

dopo colazione con le auto raggiungiamo il Passo Falzarego, oggi ci aspetta lo skitour 5 Torri! Per scaldarci un pochino ripetiamo un paio di volte la pista del Lagazuoi, dopo aver raggiunto con la funivia la vetta a quota 2.900 mt. circa, 2,5 km di goduria indescrivibile con un panorama mozzafiato. Sci ai piedi ci spostiamo sugli impianti delle 5 Torri e del Col Gallina, discese bellissime all’ombra delle mitiche vette della Tofana de Rozes 3.225 mt. e delle 5 Torri 2.361 mt. Nel pomeriggio dopo la foto di gruppo sulla terrazza del Lagazuoi, ultima discesa sugli 8 km della pista Armentarola, una delle più belle e panoramiche picchiate di tutto l’arco alpino. Arrivati nei pressi di S. Cassiano, si rientra con skibus a pagamento al Passo Falzarego.
4

7 dicembre

dopo una ricca colazione, formazione gruppi auto e in pochi minuti siamo agli impianti di Malga Ciapela. Raggiungiamo il Padon per poi arrivare ad Arabba passando per la mitica pista Ornella. Da lì ci tuffiamo sui piani del Cherz, piste larghe e pendii dolci. Ci spingiamo fino alla Pralongià per poi tornare dal Boè. Al rientro la Vallon e la Burz chiuderanno una giornata veramente emozionante. Dopo l’ultima discesa, sosta al bar Fantasma per un meritato bombardino! Cena e serata in compagnia.
5

8 dicembre

dopo colazione si riparte da Malga Ciapela e con la funivia raggiungiamo Punta Rocca a mt 3.265, ci concediamo il piacere di sciare più volte sulla pista più lunga (13 km) e più bella delle Dolomiti, quella della Marmolada, la Regina! La dipendenza è iniziata, alla prossima sciata!
Come arrivare Auto: da Belluno o da Feltre direzione Agordo, Alleghe e Caprile. Oppure da Verona prendere la Brennero fino ad Egna/Ora, proseguire per Moena, poi direzione Passo San Pellegrino, Falcade, Cencenighe, Alleghe e Caprile. Giunti a Caprile seguire per Malga Ciapela/Marmolada/Fedaia, l’albergo è in località Bosco Verde a circa 4 km.

Passi dolomitici: http://www.provincia.bz.it/traffico/prodotti/bolletino-traffico-testuale.asp

Treno: in treno fino alla stazione di Belluno, poi autobus per Caprile, fermata davanti alla stazione ferroviaria. Per orari bus scaricare il PDF su www.dolomitibus.it. Arrivati a Caprile chiamare l’albergo per farsi venire a prendere.

Autobus: da Venezia o Jesolo/Cavallino

Aereo: aeroporti di riferimento Venezia o Treviso, poi come sopra.

Da sapere Abbigliamento invernale e sciistico/sportivo, occhiali da sole per alta quota, creme e lipstick ad alta protezione e uno zainetto per il cambio, acqua e cibo.

Importante: il programma degli skitour potrà subire variazioni o integrazioni in base alle condizioni della neve, al meteo e su indicazione da parte dell’accompagnatore.

sci dama bianca